Login



Una bocca sana per un corpo sano PDF Stampa E-mail
Scritto da carlo   
Domenica 02 Ottobre 2011 08:01

Anche per quest'anno lo studio promuove la campagna di prevenzione.

Lo studio offre una prima visita gratuita di odontoiatria e ortodonzia per tutto l'anno.

Numerosi studi scientifici hanno messo in evidenza una stretta correlazione tra le parodontiti (malattie delle gengive e dell'apparato di sostegno dei denti) e alcune malattie molto diffuse quali il diabete, alcune patologie cardiocircolatorie, l'obesità. Sia le parodontiti che queste malattie sistemiche correlate condividono numerosi fattori di rischio legati agli stili di vita, e quindi modificabili con una buona informazione e comportamenti virtuosi: ottima igiene orale, controllo, fino alla abolizione del fumo, corrette abitudini alimentari, esercizio fisico continuo. (OMS 2002).

L'odontoiatra è una figura chiave (visita il 30% della popolazione, dati Istat 2007) per intercettare stili di vita poco salutari e favorire la prevenzione e la terapie di malattie sistemiche. Il nostro team odontoiatrico si fa promotore di una iniziativa di prevenzione ed informazione al fine di fornire ai propri assistiti un aiuto a comprendere e riconoscere il problema e a intraprendere un percorso terapeutico completo, che dalla salute della bocca si estenda alla salute del proprio corpo.

La parodontite è una infezione cronica, causata dalla presenza dei batteri sui denti e aggravata da stili di vita non corretti, che, se non curata, è la prima causa di perdita di denti nell'adulto. Studi scientifici hanno messo in evidenza una relazione tra parodontite e alcune gravi malattie cardiovascolari quali infarto del miocardio ed ictus. Nei pazienti con parodontiti gravi si può evidenziare una prevalenza di placche arteriosclerotiche carotidee. Il trattamento delle parodontiti migliora la funzione dell'endotelio [tessuto che riveste l'interno dei vasi sanguigni e del cuore). Il soggetto diabetico ha un rischio maggiore di ammalare di gengivite e di parodontite. La parodontite grave influenza negativamente il controllo della glicemia. Tra diabete e parodontite esisterebbe una correlazione bidirezionale, nel senso che la terapia della parodontite consente un miglior controllo della glicemia. Le parodontiti sono associate ad un aumentato rischio di nascita di bambini prematuri e/o sottopeso, per la diffusione in circolo di sostanze infiammatorie che possono provocare alterazioni della placenta e contrazioni uterine. Il fumo è un importante fattore in grado di accelerare la progressione della malattia parodontal e la perdita degli impianti. I fumatori di 20 sigarette da 10 anni, o di 10 sigarette da 20 anni sono a rischio per l'ulteriore progressione della malattia. La Sindrome metabolica è definita dalla presenza di almeno 3 dei seguenti criteri:

  • Circonferenza vita superiore a 102 cm nei maschi e 88 cm nelle donne
  • Trigliceridi superiori a 150mg/dl
  • HDI inferiore a 40/50 mg/dl
  • Pressione arteriosa superiore a 130/85 mm
  • Glicemia superiore a 110mg/dl

La parodontite è associata alla Sindrome metabolica con aumento dei parametri infiammatori, aumentati livelli di lipidi e di glucosio. L'attività fisica regolare, oltre ai molteplici benefici, ha un effetto antiinfiammatorio. I soggetti attivi fisicamente hanno un rischio più basso di ammalarsi di parodontite rispetto ai soggetti sedentari. L'attività fisica iniziata fin da giovani ha una influenza positiva sull'armonia del corpo e riduce il rischio di malposizioni dentarie, sviluppi anomali della colonna vertebrale e delle ancolazioni, sindromi asmatiche e conseguenti apnee ostruttive notturne. L'attività fisica allunga la vita.

Per approfondimenti:

Ultimo aggiornamento Mercoledì 14 Gennaio 2015 11:49
 



Powered by Joomla!. Designed by: joomla templates vps hosting Valid XHTML and CSS.